Lifting del seno

Nel lifting del seno (mastopessi) il seno rilassato che si forma ad esempio a causa di una forte perdita di peso, di gravidanze pregresse e del naturale processo di invecchiamento, viene rimodellato e risollevato. Spesso in questo intervento viene eseguita una riduzione dell’areola mammaria.

Per l’intervento estetico di mastopessi, a seconda della situazione iniziale e delle aspettative, esistono diverse tecniche chirurgiche ed esecuzioni di tagli, come ad esempio la mastopessi a taglio a L o taglio a T, la mastopessi secondo Lejour o la cosiddetta mastopessi periareolare, nella quale viene eseguito solo un taglio intorno all’areola mammaria.
A seconda della tecnica chirurgica, una mastopessi può essere eseguita eventualmente anche in anestesia locale, ma di norma viene eseguita in anestesia monitorata o generale. In seguito viene in genere consigliata una notte in clinica.
Le diverse tecniche chirurgiche, i diversi tagli e metodi anestetici hanno ciascuno specifici vantaggi e svantaggi che devono essere analizzati in modo esaustivo in un colloquio personale con il chirurgo plastico o il medico specialista che esegue l’intervento.

Nel colloquio consultivo le verranno illustrati i rischi e le conseguenze di eventuali complicanze della mastopessi, come ad esempio i frequenti problemi nel processo di cicatrizzazione, ma anche una perdita di sensibilità del seno (evento molto raro) dovuta a una circolazione insufficiente.
Occorre ricordare che in caso di complicanze e/o trattamenti successivi connessi con una mastopessi eseguita per motivi estetici, l’assistenza sanitaria non copre più interamente i costi dei trattamenti medici necessari. Il rischio finanziario associato per il paziente può essere assorbito stipulando l’ assicurazione sui costi dei trattamenti di eventuali complicanze di safe4beauty.

Torna alla panoramica